GUIDA COMPLETA ALLA BONIFICA DELLE COPERTURE INDUSTRIALI IN AMIANTO

Effettuare una bonifica delle coperture industriali in amianto è un processo complesso e rigoroso. Questo deriva dalla complessità delle normative vigenti che puntano a garantire la sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente. Come ben sappiamo questo materiale venne utilizzato in modo massivo per le sue caratteristiche ignifughe e isolanti. Attualmente siamo ben consci della sua pericolosità ed è per questo che si punta alla bonifica anche in ambiente di lavoro.

La pericolosità dell’amianto deriva dalle sue fibre di amianto: infatti se inalate, possono essere la causa di gravi malattie respiratorie e tumori. Per questo motivo effettuare la bonifica delle coperture contenenti amianto è un'operazione di primaria importanza. Ma quali sono i passi fondamentali per effettuare una bonifica delle coperture industriali in amianto? Ecco una piccola guida semplice per un primo approccio.

I PASSI PER LA BONIFICA INDUSTRIALE

Per procedere ad effettuare una bonifica industriale dobbiamo seguire alcuni semplici passi. Che coprono tutto l’intervento dalla sua origine fino al completamento

PASSI INIZIALI

  1.  Valutazione Preliminare e Pianificazione: ovviamente è necessario effettuare una valutazione preliminare. Si inizia primariamente con l'identificazione e la mappatura delle aree dove abbiamo coperture di amianto. A effettuare quest’operazione si deve richiedere l’intervento di un'azienda specializzata che dovrà fare analisi profonda per poter individuare dov’è presente l’amianto di copertura.
  2. Valutazione del Rischio: a questo punto si dovrà fare un’ulteriore analisi che valuta come la presenza dell’amianto nelle coperture industriali, possa essere pericoloso per i lavoratori o come possa inquinare l’ambiente. In questa fase si effettuerà una valutazione delle condizioni del materiale cioè se esso è friabile o compatto, il suo grado di deterioramento e la conseguente probabilità di rilascio delle fibre nell'aria.
  3. Pianificazione dell'Intervento: per evitare che i rischi diventino concreti, si deve procedere ad una pianificazione dettagliata dell'intervento di bonifica. Deve definire il metodo da utilizzare che meglio si adatta al tipo di copertura cioè se si usa rimozione, incapsulamento o confinamento. Inoltre si devono indicare i tempi di intervento, le misure di sicurezza e la gestione dei rifiuti.

NOTIFICA E AUTORIZZAZIONI

1. Comunicazione alle Autorità Competenti: visti i pericoli che possono derivare per la salute, è obbligatorio notificare l'intervento alle autorità competenti prima di iniziare qualsiasi lavoro di bonifica. Si devono pertanto si devono inviare delle comunicazioni alle ASL (Azienda Sanitaria Locale) almeno 30 giorni prima dell'inizio dei lavori. Si devono allegare il piano di bonifica, le misure per la tutela della sicurezza e come verranno gestiti e smaltiti gli eventuali rifiuti.

2. Ottenimento delle Autorizzazioni: nel caso in cui l’amianto si trovi in ambienti particolari, sensibili o i rischi siano molto alti, sarà necessario ottenere autorizzazioni specifiche per eseguire i lavori di bonifica delle coperture industriali.

PREPARAZIONE DEL CANTIERE

1.Allestimento delle Aree di Lavoro: è la prima fase operativa e sicuramente una delle più importanti. Questo genere di preparazione permette di garantire la sicurezza durante i lavori di bonifica. Infatti dove si andrà a lavorare dovrà essere adeguatamente isolato al fine di evitare la dispersione di fibre di amianto. Quindi si dovrà porre la segnaletica specifica per segnalare del pericolo oltre che si dovranno predisporre barriere fisiche.

2.DPI – dispositivi di protezione individuale: ovviamente visti i rischi per la salute, ogni operaio coinvolto dovrà proteggersi con i corretti dpi che sono tute monouso, guanti, maschere respiratorie con filtri specifici per amianto e calzature antinfortunistiche.

BONIFICA DELLA COPERTURA

1. Tecniche di Bonifica: esistono diverse tecniche per la bonifica dell'amianto e le più usate sono:

- Rimozione: si togliere completamente tutti i materiali contenenti amianto. Si tratta della soluzione più definitiva ma ovviamente la più rischiosa e soprattutto complessa.

- Incapsulamento: si impedisce il rilascio delle fibre di amianto utilizzando dei prodotti che le inglobano.

- Confinamento: si tratta di installare delle barriere o coperture che isolano l'amianto dall'ambiente esterno.

2. Procedure Operative: gli operatori devono seguire in modo scrupoloso le procedure per non avere delle dispersioni di fibre. Pertanto si dovrà operare in condizioni di bassa pressione, utilizzare attrezzature di aspirazione con filtri HEPA e mantenere le superfici umide per ridurre la dispersione di polveri.

GESTIONE DEI RIFIUTI

1.  Raccolta e Imballaggio: nel caso in cui si abbia una rimozione o comunque i materiali contaminati devono essere raccolti in imballi decisamente sicuri. Possono essere sacchi o contenitori sigillati contrassegnati da etichette che indicano la presenza di amianto e che siano conformi alle attuali normative.

2. Trasporto e Smaltimento: il trasporto di questi rifiuti speciali deve essere svolto esclusivamente da aziende specializzate ed autorizzate. Vengono smaltiti in apposite discariche pensate per rifiuti pericolosi. La documentazione relativa al trasporto e smaltimento dell’amianto deve essere conservato in previsione di possibili controlli.

VERIFICA E COLLAUDO

1. Monitoraggio Ambientale: al termine dei lavori si dovrà effettuare una verifica ed un monitoraggio ambientale per accertare l'assenza di fibre di amianto nell'aria. Saranno laboratori accreditati a fare queste analisi verificando che i risultati siano conformi ai limiti di legge.

2. Collaudo dell'Intervento: è l’ultima fase e prevede una verifica della completa bonifica dell'amianto. A questo punto se verrà superato si avranno delle certificazioni che attestano la sicurezza.

CONCLUSIONI

Come avrete potuto capire la bonifica delle coperture industriali in amianto è un processo molto complesso e che richiede l’intervento di professionisti del settore. Questo è necessario per offrire sicurezza e conformità alle normative.